La cute della persona anziana presenta delle specificità ed esigenze differenti da quelle riscontrabili in adulti o infanti. La minor percentuale di acqua presente nello strato corneo, la diminuzione della concentrazione di acido ialuronico, la diminuzione della elasticità aggravata da una stasi prolungata portano ad una maggior incidenza di patologie cutanee che in soggetti allettati e/o portatori di presidi per incontinenza possono sfociare in piaghe da decubito.

Una possibilità terapeutica supportata da alcuni studi clinici ha evidenziato il positivo funzionamento di un trattamento con un formulato galenico a base di allantoina.

L’allantoina è un composto azotato con note attività stimolative tissutali che migliorano il processo rigenerativo/cicatriziale. L’utilizzo in una formulazione ad unguento anidro permette tramite una applicazione locale sulla ferita con una medicazione non occlusiva (previa disinfezione della stessa) un controllo ottimale dell’essudato che viene assorbito dall’unguento stesso, la stimolazione dell’attività proliferativa tissutale, la riduzione della proliferazione batterica, una più facile rimozione tramite utilizzo di soluzione fisiologica.

L’utilizzo di questo formulato può essere anche dispensato in situazioni nella quale viene richiesta una cicatrizzazione meno “spinta” quali piccole ferite da interventi chirurgici, o lesioni tipo psoriasi, dermatite atopica o lesioni cutanee da freddo.

L’allestimento della preparazione può essere fatto in farmacia tramite ricetta medica ripetibile.

Il personale del laboratorio è a disposizione per qualsiasi delucidazione e informazione a riguardo.

Design
Privacy Policy - Seguici su